Chiudi

Prodotti

Bracciolo Multifunzione: Tritecnica e Sgariboldi uniti per l’eccellenza

I-Cab2

Sgariboldi ha sviluppato I-Cab2, una nuova cabina dal design innovativo e tecnologicamente avanzata, applicabile a tutte le macchine semoventi che compongono la gamma.
Un progetto ambizioso con molteplici obiettivi: maggiore abitabilità, comfort e luminosità in cabina, migliore guidabilità, semplicità d’uso e personalizzazione dei programmi di taglio e miscelazione.
Tutte le informazioni, inoltre, sono subito disponibili grazie all’ampio display da 12”, il più grande mai utilizzato su di un mixer semovente.

Mixer semoventi

I mixer semoventi hanno la funzione di raccogliere, tagliare, miscelare e distribuire la razione quotidiana che serve a nutrire i capi all’interno degli allevamenti.
La macchina semovente è una macchina operatrice autonoma, con operatore a bordo, in grado da sola di gestire tutto il processo di preparazione della razione quotidiana senza la necessità di utilizzare altre macchine accessorie.

La scelta del partner

La collaborazione tra Tritecnica e Sgariboldi risale al 2014, quando insieme abbiamo presentato, in occasione della fiera Internazionale di Hannover Euro Tier 2014, la prima cabina I-Cab.

“Da sempre Sgariboldi fa dell’innovazione, della tecnologia e della voglia di alzare sempre più l’asticella il suo più grande tratto distintivo e pioneristico . Per questa ragione, con questo progetto da me fortemente voluto, ci siamo posti un ambizioso obiettivo: far ricorso alla migliore tecnologia disponibile per creare una macchina dotata di una cabina intelligente mai vista su macchine di questo tipo. Prima di lanciare il progetto I-Cab, tali applicazioni erano tipiche dei più moderni e avanzati trattori, ma non erano mai state montate su mixer come i nostri, destinati alla lavorazione dell’Unifeed. Ho quindi voluto scommettere su una cabina estremamente tecnologica e super performante, pensata per la prima volta per coloro che non si accontentano di prodotti mainstream ma vogliono solo il meglio che il mercato può offrire, allo scopo di raggiungere nuovi traguardi fino ad ora mai raggiunti.
Ad accompagnarmi in questo viaggio ho voluto al mio fianco Tritecnica, con la quale si è sviluppata fin dal principio una collaborazione proficua; abbiamo lavorato come un vero e proprio team, con grande determinazione e un livello di sinergia rara da raggiungere”.

Luca Sgariboldi – Presidente di Sgariboldi S.r.l.

Il progetto

Il progetto è durato quasi un anno ed ha coinvolto circa 6 persone tra Sgariboldi e Tritecnica; esso trae origine dalle soluzioni tecnologiche adottate nelle macchine precedenti, ma rivedendone l’intera architettura. Lo sviluppo si è basato sul concetto di modularità per permettere una facile integrazione di nuove funzionalità.

L’architettura è composta da:
Bracciolo multifunzione Elobau per il controllo del veicolo
• Unità master EPEC EC44 che implementa tutte le logiche di funzionamento
• Unità slave EPEC GL84 per acquisizione sensori e controllo valvole
Display 12” Topcon A8 per la visualizzazione e configurazione

Codesys, per la sua versatilità e potenza, è stato lo strumento scelto per lo sviluppo Software.
L’intero ciclo di progettazione ha seguito un approccio V-model partendo dalla stesura delle specifiche funzionali fino al collaudo finale.

Risultato e sviluppi

L’applicazione è fortemente disruptive rendendo la macchina molto più semplice e sicura da usare, aumentando al contempo le sue performance.
Caratterizzata da un’interfaccia grafica innovativa progettata in collaborazione con docenti IED, i menù sono ora più intuitivi e ricchi di informazioni e parametri ed ogni componente della macchina è integrato su rete CAN.
I-Cab2 è una piattaforma scalabile che pone le basi per molteplici future evoluzioni.