Partner

Epec

EPEC, di cui Tritecnica è il partner esclusivo per l'Italia, ha un know-how molto specifico nelle applicazioni su macchine operatrici su veicoli da lavoro negli ambienti più gravosi, dove robustezza e affidabilità sono fondamentali. Adatti ad ogni impiego, dalle miniere alle foreste, a mezzi mobili di ogni tipo, i moduli EPEC resistono a sollecitazioni meccaniche fino a 100G e a temperature estreme e garantiscono le massime prestazioni anche nelle condizioni di impiego più difficili.

Il modulo di controllo EPEC 2023 può essere montato liberamente su veicoli in quanto può lavorare in un range di temperatura da -40°C a +70°C in classe IP67.

Il modulo ha due interfacce CAN bus compatibili CANopen e programmabili in ambiente CoDeSys.

Il modulo EPEC 2024 può essere utilizzato come parte di un sistema di controllo, oppure autonomamente. L'interfaccia I/O del modulo di controllo è ottimizzata per l'applicazione in cabina, in quanto dispone di input per la connessione di joystick 2 o 3 assi, di switch, tasti o altri comandi tipici degli ambienti da cabina. Oltre ai numerosi input, il modulo offre diversi output digitali e proporzionali (PWM). Il modulo universale EPEC 2024 è un controller compatto e multifunzionale che può essere montato liberamente su veicoli in quanto può lavorare in un range di temperatura da -40°C a +70°C in classe IP67.

Il modulo ha due interfacce CAN bus compatibili CANopen programmabili in ambiente CoDeSys.

Può essere utilizzato come parte di un sistema di controllo, oppure autonomamente. L' interfaccia I/O del modulo di controllo dispone di un numero input ed output da utilizzarsi per diversi scopi: input ed output digitali, input analogici, in frequenza, con uscite PWM, permettendo così la massima flessibilità. Il modulo mini EPEC 2038 è il modulo di controllo più piccolo con 20 pin I/O per sistemi incorporati. Compatto e multifunzionale, è stato progettato per le macchine mobili ed i veicoli. Può essere montato liberamente su veicoli in quanto può lavorare in un range di temperatura da -40°C a +70°C in classe IP67.
Il modulo ha due interfacce CANbus compatibili CANopen e programmabili con l'ambiente di sviluppo CoDeSys.
  Il modulo universale EPEC 2021 è un modulo di comunicazione e di controllo, che può essere montato liberamente su veicoli in quanto può lavorare in un range di temperatura da -40°C a +70°C in classe IP67.

Il modulo HUB 2021 viene utilzzato per aumentare l'affidabilità di una linea CANbus, dove sono presenti molti nodi. Indicato dunque in presenza di una topologia a stella, dove la facilità di connessione dei vari dispositivi aumenta in maniera notevole, in quanto il modulo HUB 2021 distribuirà l'alimentazione e le linea CAN.

Il modulo può monitorare comunicazione e alimentazione, nonchè la potenza assorbita dell' intero sistema e dispone di otto interfacce CANbus compatibili CANopen e programmabili in linguaggio standard PLCopen. Il modulo power switch EPEC 2033 è un modulo CANopen slave progettato per il controllo di correnti elevate fino a 40A. Correnti così elevate sono utilizzate per le luci di lavoro che sono solitamente controllate da relè, occupando così spazio prezioso nella cabina o nel vano motore.
Il modulo è costruito in robusto alluminio, con classe di protezione IP67, richiesto in applicazioni su macchine mobili. Il modulo mini EPEC 2038 è il modulo di controllo più piccolo con 20 pin I/O per sistemi incorporati. compatto e multifunzionale progettato per le macchine mobili ed i veicoli. Può essere montato liberamente su veicoli in quanto può lavorare in un range di temperatura da -40°C a +70°C in classe IP67.

Il modulo ha due interfcce CAN bus compatibili CANopen e programmabile con l'ambiente di sviluppo CoDeSys.

  Gruppo Spina AMP, prodotto da Tyco Electronics, che viene utilizzato come connettore I/O nelle unità EPEC. Il connettore è completamente ermetico all'acqua ed alla polvere (classe IP67). il connettore è codificato meccanicamente e visivamente tramite differenti colori, in modo da poter essere montato solo su un connettore di colore equivalente sull' unità di controllo EPEC. Tutte le unità di controllo EPEC sono progettate per resistere a condizioni ambientali molto difficili. Quando l'unità di controllo è montata in una posizione tale da poter subire urti da oggetti o da poter essere calpestata, viene utilizzata una speciale protezione antiurto per proteggere i connettori e i punti di connessione. La protezione antiurto è montata sull'unità di controllo tramite du speciali bulloni M6. La copertura non aumenta la classe IP o altre caratteristiche del prodotto, ma impedisce urti diretti sui connettori. I tools per il debug sono a supporto di progettisti e utenti in modo semplice ed intuitivo. Questo è provvisto di due connettori AMP8, per la connessione CAN1 e CAN2 e di alimentazione per le schede EPEC, come le unità di controllo e display, dando modo di connettere un adattore CAN dal PC per effettuare le operazioni di debug. I display EPEC vengono tipicamente installati sul cruscotto nella cabina del veicolo. Possono anche essere installati sul bracciolo del sedile o in altra posizione adeguata, tramite un piedistallo di supporto in grado di ruotare di 360 gradi. Tale piedistallo, può essere regolato con fecilità per adattarsi alle specifiche necessità, in funzione dell' operatore.

Il piedistallo viene montato in posizione tramite una vite M8 nella sua base. La parte inferiore del display è collegata al piedistallo di supporto con una vite M8. La 3606 è la nuova e più compatta centralina della famiglia EPEC. Come sempre disegnata per gli impieghi più gravosi, questa centralina ha range di funzionamento da -40°C a +85°C in classe IP67, dispone di 21 pin di I/O, Led bicolore di segnalazione, 2 CAN con supporto J1939 e CANopen ed è programmabile in ambiente CoDeSys 2.3 La nuova Epec 3724 è la naturale evoluzione del modello 2024 da cui eredita la solida struttura meccanica ed evolve l’elettronica, disponendo ora di molta più memoria e di una CPU molto più potente. Migliorati anche i range di temperatura, ora certificati da -40°C a +85°C in classe IP67, il modulo dispone di 52 pin di I/O e due CAN con supporto J1939 e CANopen, programmabili in ambiente CoDeSys 2.3 La nuova 5050 è il top di gamma della famiglia Epec. Con 65 pin di I/O è pensata per pilotare componenti elettro-idrauliche e valvole proporzionali fino a 4 Ampere. Disponendo di molta memoria e di una CPU a 32 bit estremamente potente, la 5050 lavora in range di temperatura da -40°C a +85°C in classe IP67, dispone di porta Ethernet, 4 CAN con supporto J1939 e CANopen ed è programmabile in ambiente CoDeSys 2.3 La nuova Epec 4602 è una centralina con 68 pin di I/O pensata per pilotare componenti elettro-idrauliche e valvole proporzionali fino a 4 Ampere. Disponendo di molta memoria e di una CPU molto potente, la 4602 lavora in range di temperatura da -40°C a +85°C in classe IP67, dispone di 2 CAN con supporto J1939 e CANopen ed è programmabile in ambiente CoDeSys 2.3.